Testata Principale Polisportello Testata Principale Polisportello
Homepage Procedure attive Contatti Altri Uffici
CARTA DI IDENTITA'
Ultima Modifica: 09-10-2018
Categorie > Anagrafe, certificati, documenti

AVVISO
da Martedì 12 Giugno 2018 entra a pieno regime l’emissione della Carta d’Identità Elettronica (CIE): pertanto, come previsto dalle disposizioni ministeriali, non è più possibile emettere documenti cartacei.
Le carte d'identità cartacee già in possesso dei cittadini continueranno ad avere validità sino alla loro naturale scadenza.

Notizie Utili
E’ un documento rilasciato dal Comune di residenza per l’identificazione personale e per gli italiani anche per l’espatrio all’estero in alcuni Stati.
Per conoscere i documenti di viaggio validi per l'ingresso nei vari paesi consultare gli elenchi aggiornati dal Ministero dell'Interno e pubblicati nel sito della Polizia di Stato.
Per i Paesi che hanno aderito al trattato di Schengen non è più prevista la esibizione della Carta d'identità alla frontiera; chi viaggia in quei paesi deve comunque esserne in possesso per dimostrare la propria identità in caso di controllo.
ATTENZIONE: poiché gli accordi internazionali fra l'Italia e gli altri paesi possono cambiare, prima di partire è opportuno informarsi presso l'Urp della Questura; si consiglia anche di consultare i siti: Viaggiare sicuri del Ministero Affari Esteri, Polizia di Stato, Consolati esteri in Italia.

Validità
Il documento ha una validità temporale diversa a seconda dell’età del cittadino:
- minori da 0 a 3 anni - validità 3 anni
- minori dai 3 anni (compiuti) fino ai 18: validità 5 anni.
- maggiorenni: validità 10 anni
La carte d’identità rilasciate a partire dal 10 Febbraio 2012 valgono fino al giorno e mese di nascita del titolare immediatamente successivo alla data di scadenza.

Proroga della validità delle carte già rilasciate
Chi è in possesso di carta di identità cartacea emessa a partire dal 26 giugno 2003, può chiedere la proroga del documento per altri 5 anni.
La richiesta del timbro di proroga può essere presentata anche da persona diversa dal’interessato.
E necessario presentarsi con il documento da prorogare nel proprio Comune di residenza.
Considerati i disagi provocati dal mancato riconoscimento della proroga da parte di numerosi paesi esteri si consiglia, a chi deve recarsi all'estero, di chiedere una nuova carta di identità o di viaggiare con il Passaporto.

Rilascio
Per richiedere la carta di identità è necessario presentarsi personalmente allo sportello con la seguente documentazione:
- n° 2 foto-tessera recenti, uguali tra loro, senza copricapo (ammesso solo per i cittadini che professino culti religiosi che ne obbligano l’uso)  vedi "documenti espatrio - circolare foto" scaricabile dalla sezione Modulistica, in alto a  destra su questa pagina;
- precedente carta di identità o altro documento di riconoscimento valido.
In mancanza di un documento è necessaria la presenza di 2 testimoni maggiorenni che dichiarino di conoscere personalmente l'interessato e che non siano parenti o affini dello stesso.
Rinnovo
Sei mesi prima della scadenza è possibile richiedere il rilascio di una nuova carta di identità. In tal caso oltre alle fotografie è necessario consegnare la precedente carta di identità che viene ritirata.

Casistiche
Persona maggiorenne con figli minori
I genitori con figli minori, anche in condizione di separazione legale o divorzio per poter espatriare devono dichiarare sotto la propria responsabilità anche penale, di avere l’assenso dell’altro genitore.

Minori
Il minore deve essere fisicamente presente allo sportello con un documento di riconoscimento. In assenza di un documento l’identificazione può essere fatta da uno dei due genitori. 
L’interessato, se ha compiuto i anni 12, deve firmare la carta d’identità. Per coloro che non sono in grado di firmare, nello spazio riservato alla firma si apporrà la scritta: «impossibilitato a firmare».
Se la carta d'identità serve per l'espatrio è necessario che entrambe i genitori firmino l’ assenso.
L’ assenso di uno dei genitori impossibilitato a presentarsi allo sportello, potrà essere rilasciato sottoscrivendo l’apposito modulo e trasmettendolo unitamente alla copia del documento d'identità valido (modulo scaricabile alla sezione “Modulistica” di questa pagina).
Per i minori di anni 14 l’uso della carta di identità ai fini dell’espatrio è consentito solo nel caso in cui il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori.
Minori che si recano all'estero - NUOVE DISPOSIZIONI
Per il minore di anni 14, titolare di passaporto/carta d’identità che deve recarsi all'estero NON ACCOMPAGNATO da uno dei genitori, a partire dal 31.05.2018 è necessario utilizzare l’agenda passaporto raggiungibile all’indirizzo https://www.passaportonline.poliziadistato.it inserendo alla voce “richiesta di accompagno” i dati anagrafici del genitori, degli accompagnatori e del minore, stampando il modulo debitamente compilato. Il cittadino presenterà la documentazione firmata, dai genitori o dal tutore e dall’accompagnatore, se persona fisica, allegando le copie dei documenti di identità di tutte le persone interessate (genitori e/o tutore, minore, accompagnatore) unitamente alla dicharazione di disponibilità dell'accompagnatore sottoscirtta dallo stesso.
I minori accompagnati dai genitori (anche uno soltanto) o da chi ne fa le veci non necessitano della dichiarazione di accompagno (devono tuttavia essere riportati i nomi dei genitori sul documento) .
La dichiarazione di accompagnamento è applicabile ai soli minori italiani e solo quando viaggino fuori dei confini nazionali (ovvero, in caso di residenza all'estero, i confini del Paese di residenza) con persona diversa dall'esercente la responsabilità genitoriale o tutoria.
Ciò significa che:
- Non può essere rilasciata per viaggi sul territorio nazionale (ad esempio da Roma a Milano), cosa che invece alcune compagnie aeree continuano erroneamente a richiedere a causa di loro regolamenti interni;
- Non è necessaria se si viaggia con gli esercenti la responsabilità genitoriale (madre o padre) o tutoria. Va precisato che ciò è indipendente dal fatto che il/i nome/i dei suddetti siano riportati alla pagina 5 del passaporto del minore di 14 anni, ma in tal caso al controllo di frontiera sarà necessario dimostrare di essere l'esercente la responsabilità genitoriale o tutoria (ad esempio con atto di nascita, stato di famiglia, sentenza etc.);
Ferma la necessità che sia indicato almeno un accompagnatore, è lasciata alla valutazione dei richiedenti di fornire il nominativo di due accompagnatori, i quali saranno tra loro alternativi. La dichiarazione di accompagnamento può riguardare un solo viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) dal Paese di residenza del minore con destinazione determinata e non può eccedere, di norma, il termine massimo di sei mesi.

Cittadini iscritti all’A.I.R.E.: passaporto italiano in corso di validità, o un equivalente attestato consolare

Stranieri: esibizione del passaporto o della loro carta d’identità nazionale, permesso o carta di soggiorno.

Variazioni
• Le variazioni di residenza, stato civile, professione non comportano il rinnovo del documento.
• Lo stato civile viene indicato solo su richiesta dell’interessato.

Smarrimento o furto: per ottenere la nuova Carta di identità occorre presentare denuncia di smarrimento o furto ai Carabinieri o agli uffici della Polizia di Stato.

Deterioramento: per avere la nuova carta di identità occorre presentarsi con un altro documento valido che consenta il riconoscimento e con la carta deteriorata.

Carta di identità non valida per l'espatrio
- per i cittadini comunitari ed extracomunitari
- per i minori per i quali non esiste l’assenso dei genitori o del tutore
- per i cittadini con situazioni di impedimento all'espatrio

Costo: Carta d'identità € 5,42 per diritto fisso e segreteria

In quanto tempo: rilascio immediato se la richiesta è completa dei documenti richiesti.

Settore competente: Servizi Demografici

Responsabile: Maria Angela Dalla Pria

Le norme : R.D.n.773/1931 (art.3); R.D.n.635/1940 (artt.288-293); D.P.R. 649/1974, Legge n. 133 del 6 agosto 2008, Decreto Legge 13 Maggio 2011 n.70; art. 7 Decreto Legge n.5 del 9 Febbraio 2012.



[TORNA INDIETRO]


ci ho messo: 0.0204 secondi