Testata Principale Polisportello Testata Principale Polisportello
Homepage Procedure attive Contatti Altri Uffici
CONTRIBUTO REGIONALE PER FAMIGLIE MONOPARENTALI E GENITORI SEPARATI O DIVORZIATI
Ultima Modifica: 09-09-2017
Categorie > Contributi

Notizie utili
La Regione del Veneto con D.G.R. n. 1317 del 16 agosto 2017 ha approvato il bando per il sostegno delle FAMIGLIE MONOPARENTALI (composte da un solo genitore) E dei GENITORI SEPARATI O DIVORZIATI IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ.
Si tratta di nuclei composti da un solo genitore e uno o più figli minori di età compresa tra 0 e 17 anni, ossia fino al compimento del 18° anno di età al momento della domanda.
L’importo massimo del contributo, di natura forfetaria, è di € 1.000,00 per ciascun nucleo monoparentale e viene concesso in un’unica soluzione, per i canoni di locazione sostenuti e/o da sostenere nell’arco temporale 1 gennaio-31 dicembre 2017.
Il contributo viene concesso a sostegno del pagamento del canone di locazione per abitazioni non di lusso (abitazioni rientranti nelle categorie catastali A2, A3, A4 e A5 con esclusione dei fabbricati rurali).

REQUISITI
Per accedere al contributo le famiglie devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
- Essere residente nella Regione del Veneto in particolare nel Comune di Piove di Sacco e di Polverara;
- Avere un indicatore della situazione economica equivalente (I.S.E.E.) in corso di validità non superiore a
€ 20.000,00 (come risultante in seguito al decesso del genitore), calcolato ai sensi della normativa vigente;
- Per i cittadini non comunitari: possesso del titolo di soggiorno valido ed efficace.

AMMISSIONI
Per la definizione della graduatoria dei nuclei monoparentali destinatari del contributo può essere attribuito per ciascun nucleo un punteggio massimo di 100 punti suddiviso nelle seguenti categorie:
1. condizione socio-sanitaria
2. condizione economica
3. condizione lavorativa
4. residenza nel territorio della Regione del Veneto da almeno 2 anni (ad eccezione ipotesi di cui all’art. 2, comma 2, lett. b) della L.R. n. 29/2012, per le quali è sufficiente la sola residenza nel territorio della Regione).
All’interno di ciascuna categoria la Regione ha articolato i criteri per la valutazione della condizione del nucleo familiare, con i relativi punteggi.
In caso di parità di punteggio finale il contributo viene concesso in base al seguente ordine di priorità:
a) il contributo è concesso prioritariamente al nucleo con valore I.S.E.E. minore;
b) in caso di parità di I.S.E.E., il contributo è concesso prioritariamente al nucleo con maggior numero di figli minori;
c) in caso di parità di numero di figli minori il contributo è concesso prioritariamente al nucleo che presenta la domanda prima degli altri nuclei, secondo la data di arrivo della domanda riportata nel protocollo comunale.
VEDERE IL “BANDO” completo - scaricabile

Come
1) Compilare il modulo “DOMANDA” - scaricabile dalla sezione "Modulistica" .
• fotocopia del documento d’identità in corso di validità del richiedente;
• attestazione ISEE in corso di validità;
• in caso di richiedente avente cittadinanza non comunitaria: titolo di soggiorno valido ed efficace del richiedente e di tutti i componenti il nucleo.
• copia dei provvedimenti emessi nel corso dei procedimenti di separazione, annullamento, scioglimento, cessazione degli effetti civili del matrimonio o unione civile, relativi a statuizioni di ordine personale/o patrimoniale tra i coniugi e nei confronti della prole e loro eventuali modificazioni;
• certificazione di non autosufficienza di un figlio minore ai sensi della L.104/92;
• certificato attestante la presenza di un riconosciuto disagio psicofisico, rilasciato dal SSR, di un componente il nucleo familiare;
• documentazione comprovante la tipologia del contratto di lavoro del soggetto richiedente il beneficio;
• documentazione comprovante la situazione di disoccupazione o sospensione dell’occupazione;
• contratto di affitto;
• documentazione attestante la situazione di grave difficoltà economica del lavoratore autonomo;
• autocertificazione specifica al trattamento dei dati sensibili relativi allo stato di salute;
autocertificazione dello stato di residenza e dello stato di famiglia.

Dove
- Direttamente al POLISPORTELLO - viale degli Alpini n. 1 negli ORARI di APERTURA:
- Dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12.30
- Martedì anche dalle 15:00 alle 18:00
- Sabato dalle 8:30 alle 12:00 - Ultimo venerdì del mese dalle 8:30 alle 12:00
- Invio a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento (fa fede la data del timbro dell’Ufficio Postale accettante) al Comune di Piove di Sacco – Piazza G. Matteotti n. 4 – 35028 Piove di Sacco (PD)
Con Posta Elettronica Certificata all’indirizzo: polisportello@pec.comune.piove.pd.it

SCADENZE
Entro le ore 12:00 di MARTEDÌ 31 ottobre 2017
Il termine per la presentazione domande è perentorio.

Costo: nessuno

Settore competente: Servizi Sociali

Responsabile del Servizio: Katia Rauli

Le norme: Legge Regionale 10 agosto 2012 n. 29 – D.G.R.V. n. 1317 del 16 agosto 2017.


[TORNA INDIETRO]


ci ho messo: 0.0259 secondi